Tra le 25 atlete più forti al Mondo

Sorry, translation will'be available as soon as possible, thanks for wait!


silvia-web-picSilvia Marcellini, nata e cresciuta alle porte del Colosseo con la scuola ParkouRoma, è stata l’unica italiana, secondo rising traceuse, nominata tra le 25 atlete al Mondo che vale la pena di seguire nell'ambito del Parkour.

Un riconoscimento sicuramente meritato per la sue qualità e la sua dedizione a questa fantastica disciplina che noi di ParkouRoma ci sentiamo di condividere oltre che, in parte, sentirci artefici di questo fantastico successo.

Silvia, atleticamente parlando, proviene dal basket, niente a che vedere quindi con la ginnastica, dalla quale vengono la maggior parte delle atlete, ma è riuscita a portare a suo vantaggio questo background, puntando soprattutto sulla fluidità del movimento, cosa che potrebbe mancare a chi per tanti anni è stato abituato ad essere circoscritto in esecuzioni standardizzate, poi con il giusto allenamento è riuscita anche a lavorare sull’aspetto più tecnico e e se vogliamo, acrobatico della disciplina, con l’aiuto anche di Marco, fondatore della scuola.

Dobbiamo ricordare inoltre, che Silvia è una delle prime istruttrici Nazionali di Parkour per lo CSEN, il primo Ente Nazionale riconosciuto dal CONI a formare istruttori di Parkour in Italia.

Abbiamo voluto porre alcune domande a Silvia riguardo al suo inserimento nella lista delle migliori atlete di Parkour per il blog Rising Traceuse:

http://www.risingtraceuse.com/

Continua per leggere l'intervista completa:

 

  • silvia-web-1Come ti fa sentire essere inserita nella lista delle 25 traceuses al mondo che vale la pena di seguire, oltretutto essendo l’ unica italiana ?

Mi sento onorata e sono felicissima di essere rientra nella lista delle 25 traseuses al mondo che vale la pena di seguire perché spero di essere d’ aiuto a tutte quelle ragazze che vorrebbero avvicinarsi a questa disciplina e che per motivi legati alla paura o ai pregiudizi decidono di non praticarlo. Spero che la mia “ riuscita ” sia un modo per invogliare le ragazze a non arrendersi davanti agli ostacoli e a credere che tutto è possibile , perché non esiste chi può e chi non può, ma esiste solo chi vuole e chi non vuole

  • Da cosa credi che dipenda questa scelta ? credi che quanto hai fatto in questa disciplina abbia a che fare con il tuo background atletico o altro ?

Spero che questa scelta sia dipesa dal fatto che tramite i miei movimenti  io sia riuscita a trasmettere quello che per me significa praticare il parkour, libertà, passione,  impegno e tanta testardaggine nel non fermarsi mai, credendo sempre nelle proprie potenzialità, senza mai smettere di pensare che tutto dipende esclusivamente da ognuno di noi.

Sicuramente il mio background sportivo mi ha facilita nell’ apprendimento dei movimenti , ho praticato 6 anni di basket, uno sport che mira all’ allenamento di ogni singolo muscolo del corpo, ma ciò non vuol dire che chi non abbia avuto  una preparazione simile non possa praticare parkour, basta il giusto allenamento per raggiungere la forma fisica adatta, inoltre è importante ricordare che la muscolatura conta, ma non è tutto, perché un corpo allenato senza una mente allenata è inutile !

  • Che ne pensi delle altre atlete inserite, ce n’è  una che ti piace particolarmente ?

Le ragazze che sono state inserite nella lista sono tutte bravissime e ognuna di loro ha personalità  nell’ eseguire i propri movimenti ! ho trovato molto brava Lorena Abreu, penso sia fantastica, racchiude in se stile, energia, potenza e fluidità !

  • silvia-web-2Potresti e vorresti dare un consiglio a chi decide di iniziare a fare parkour ?

L’unica cosa che posso consigliare a chi decide di avvicinarsi al parkour è come ho detto precedentemente di credere sempre in se stessi, senza perdere mai di vista però, quelli che sono i propri limiti, i quali vanno superati con il giusto allenamento senza mai mettere a rischio la propria incolumità.   

 

Clicca sull'immagine a sinistra per vedere un piccolo video di Silvia.

Share